“Così cadono le fronde intorno all’albero in autunno: esso non ne sa nulla, la pioggia lo bagna e lo colpisce il sole o il gelo, la vita gli si ritrae lentamente in uno spazio minimo e intimo, esso non muore. Aspetta.”

CIT. HERMANE HESSE

1. IL TRENO DEL FOLIAGE

Ferrovia Vigezzina-Centovalli

Vivere un esperienza unica, da Valle Ossola a Locarno a bordo di un treno, a contatto con un territorio variegato, in un susseguirsi di colori, gole profonde, montagne selvagge, umi e cascate.
Una natura prorompente in cui si inseriscono armoniosamente piccoli e caratteristici borghi disseminati tra le Centovalli e la Valle Vigezzo. L’autunno qua lo si scopre percorrendo il percorso sulle ferrovie. Finestroni enormi ti danno la possibilità di non perdere alcun dettaglio. 52 km di percorso, 2 nazioni, 83 ponti e 31 gallerie da scoprire in poco meno di due ore.

Hai la Possibilità di scegliere la fermata con il paese/borgo da visitare e scoprire.
Consiglio di visitare il sito e prenotare cliccando qui. Il percorso del foliage è dal 16 ottobre al 14 novembre

Le foliage ph. by Pinterest

2. VAL MASINO – VAL DI MELLO

VAL MASINO: VAL DI MELLO, LA FORESTA DEI BAGNI DI MASINO E PREDAROSSA

La Val Masino, tra le mete più amate dagli escursionisti, offre diverse possibilità per ammirare il foliage in autunno. La Val di Mello, alla portata di tutti, grandi e piccini, è una delle vallate più suggestive dell’intera Valtellina percorsi tra laghetti dalle acque cristalline , alte pareti granitiche che la abbracciano, la Val di Mello offre colori e paesaggi a dir poco unici!

A S. Martino, oltre a poter dirigersi verso la Val di Mello, si può anche optare per una passeggiata nella Foresta dei Bagni di Masino che, in autunno, offre un contesto quasi abesco. All’interno è stato creato anche un percorso attrezzato dedicato alle persone ipovedenti o non vedenti. Inne, altra meta imperdibile dell’autunno in Val Masino, è Predarossa, con la sua famosa Piana, da qua è possibile, per i più allenati e senza bimbi, accedere verso il Monte Disgrazia (una delle montagne simbolo della Valtellina).

3. PARCO DEL CASTELLO DI LEGNANO

VARESE

Il parco del castello di Legnano sorge attorno al “Castello Visconteo ” ed è uno dei primi esempi di bosco urbano. L’elemento che caratterizza il parco è l’acqua: nel 1981 è stato realizzato un esteso sistema di ruscelli, laghetti e paludi, alimentato da acque di falda e popolato da numerose specie ittiche e uccelli acquatici: martin pescatori, germani reali, stioni turchi, moriglioni, volpoche, morette tabaccate, oche selvatiche, aironi, gallinelle d’acqua. Il parco è dotato di un bar, di campi da bocce, di una pista di pattinaggio e di una half-pipe.

PH. BY PINTEREST

4. LAGO DI SARTIRANA – LECCO

Il Lago di Sartirana è un piccolo bacino della Brianza, immerso nella natura, e a molte persone è ancora sconosciuto. E’ Adattissimo a tutti e puoi percorrere interamente il perimetro grazie ad un percorso ad anello, di circa 2 chilometri . C’è un’unica strada, quindi impossibile sbagliare: avvicinatevi al lago tenendo la destra ed incamminatevi seguendo il sentiero fatto di ghiaietta. La prima zona che incontrerete è l’area pic-nic dotata di tavoli e panchine.
Grazie alla ricca vegetazione e il panorama che ti troverai di fronte (le imponenti montagne lecchesi) ti posso assicurare che è davvero molto suggestivo e rilassante.

PH. BY PINTEREST

5. ZAVATTARELLO, IL BOSCO, IL BORGO E IL CASTELLO

l piccolo borgo di Zavattarello (da “savattarellum”, ossia “dove si confezionano le ciabatte”) risale al XIII secolo ed è dominato da un castello ricco di fascino, circondato da un parco che vi permetterà di apprezzare la natura tipica dell’ Oltrepò Pavese. Il borgo, battezzato dai suoi abitanti “Su di dentro”, vi farà tornare indietro nel tempo, no all’epoca in cui questo paesino era tipico per la presenza di numerosi e abili ciabattini. Patrimonio che fa parte dei Borghi più belli d’Italia.

La ricca Vegetazione, tipica Lombarda, in autunno offre uno spettacolo a dir poco meraviglioso.
E’ possibile visitare il Castello, Ti consiglio però di consultare prima il sito per costi e modalità.

Molto bella anche la festa Medioevale che ogni anno il Borgo organizza.

Importante sapere che questo bosco fa parte dei boschi animati in Lombardia, puoi trovare il dettaglio sul mio e.book clicca qua per atterrare sulla pagina

ph. by pinterest

Una cosa è certa, se non hai tempo di passeggiate lontane, basta alzare lo sguardo per le vie del paese, nei viali alberati per assaporare i colori dell’autunno.

Questa lista può essere solo l’inizio, se consosci posti incantevoli per vivere l’autunno, scrivimi!

close

Ti potrebbe piacere:

error: Il contenuto è protetto !!