Il Natale è una delle feste più gioiose e spensierate dell’anno dove regali, dolciumi, il pensiero continuo di persone vicine e lontane porta calore nelle famiglie. Una festa amata da grandi e piccini. Anche se a me, personalmente, mette malinconia. Una cosa è sicura Non tutti conoscono il lato oscuro del Natale: tradizioni e leggende si tramandano di generazione in generazione. Se quest’anno non sei stato buono, preparati all’incontro di personaggi raccapriccianti, protagonisti di altrettante leggende che vi terrorizzeranno!

1. KRAMPUS

Di origine Tedesca, il cui nome deriva dalla parola tedesca artiglio – sono uomini-caproni della tradizione italiana, austriaca e tedesca.  una creatura dalle zampe caprine, lunghe corna e lingua biforcuta con lo scopo di spaventare i bambini che durante l’anno si sono comportati male. I Bimbi cattivi vengono frustati con fascine di legno, imbrattati con carbone e grasso e rapiti.

DAL WEB
– LEGGENDA

Si racconta che tanto tempo fa, nei periodi di carestia, i giovani dei piccoli paesi di montagna si travestissero usando pellicce formate da piume, pelli e corna di animali. Essendo così irriconoscibili, andavano in giro a terrorizzare gli abitanti dei villaggi vicini, derubandoli delle provviste necessarie per la stagione invernale. Dopo un po’ di tempo, i giovani si accorsero, però, che tra di loro vi era un impostore: era un demone, che approfittando del suo reale volto diabolico si era inserito nel gruppo rimanendo riconoscibile solo grazie alle zampe a forma di zoccolo di capra.

Venne dunque chiamato il Vescovo San Nicola, per esorcizzare l’inquietante presenza. Sconfitto il demone, tutti gli anni i giovani, nel giorno della vigilia di San Nicola, travestiti da demoni, sfilavano lungo le strade dei paesi, non più a depredare ma a “punire i bambini cattivi”, accompagnati dalla figura del vescovo che aveva sconfitto il male.

(wikipedia)

– COLLEGAMENTI CINEMATOGRAFICI

MICHAEL DOUGHERTY, regista Americano produsse il Film “Krampus il Natale non è sempre Natale”. nel 2015.

– COME SI FESTEGGIANO?

Si festeggia il 5 dicembre e la festa inizia con il vescovo San Nicola solitamente trainato su un carro, che interroga i bambini e si mostra con una folta barba bianca. Con i bambini che nel corso dell’anno si sono comportati bene, egli sarà generoso con piccoli dolci, mentre per quelli che non si sono comportati bene, ci sarà un brutto rimprovero. Oltre a questo compito, San Nicola deve placare le ire dei Krampus nei confronti degli spettatori.

Ph. by Viviana V.

Si festeggia il 5 dicembre e la festa inizia con il vescovo San Nicola solitamente trainato su un carro, che interroga i bambini e si mostra con una folta barba bianca. Con i bambini che nel corso dell’anno si sono comportati bene, egli sarà generoso con piccoli dolci, mentre per quelli che non si sono comportati bene, ci sarà un brutto rimprovero. Oltre a questo compito, San Nicola deve placare le ire dei Krampus nei confronti degli spettatori.

Krampus, infatti, sono selvaggi, violenti e inferociti, e quindi in questa particolare serata danno sfogo a quelle forze che per tutto il resto dell’anno rimangono represse. Rincorrono, fra urla, mugugni e grida, i bambini, i ragazzi, ma anche gli adulti e i più anziani, spingono la gente, dando pesanti frustate e colpi di verga alle gambe di chiunque capiti tra i loro piedi.

Appena il sole tramonta, San Nicola scompare dalla sfilata, lasciando incontrollati i demoni, che senza inibizioni rispondono colpo su colpo alle provocazioni dei ragazzi e degli adolescenti. Le rincorse e gli inseguimenti da parte dei demoni possono durare anche ore, fino a quando le tenebre riavvolgono la parata di demoni e, lungo le vie, non è più possibile vederne alcuno.

( Un grazie a Viviana V. per avermi inviato la foto con immortalato il piccolo Francesco con un Krampus all’evento del 2019).

– DOVE TROVARE LE SFILATE?

Le più note sono a Salisburgo e Innsbruck , ma non temete Anche in Italia, in Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia organizzano diverse sfilate.

2. BLESNICKEL

Leggenda nata agli inizi del 1800 in Germania e diffusasi anche negli Stati Uniti, Blesnickel : vecchio irascibile cencioso che regge in una mano una frusta e nell’altra un sacco pieno di dolci e noci. Descritto come un uomo molto magro, con indosso pellicce, campanelli e una maschera. 

PINTAREST

Belsnickel è imparentato con San Nicola del folclore dell’Europa di lingua tedesca. Potrebbe essere stato basato su un antico mito tedesco, Knecht Ruprecht , un servo di San Nicola e un personaggio della Germania settentrionale.  A differenza di quelle figure, Belsnickel non accompagna San Nicola ma visita da solo e combina sia l’aspetto minaccioso che quello benigno che in altre tradizioni si dividono tra San Nicola e la figura del compagno.

Non c’è nulla da temere con questa figura: i bambini buoni riceveranno in premio i dolciumi mentre quelli cattivi … beh assaggeranno invece la sua frusta.

– COLLEGAMENTI CINEMATOGRAFICI ATTUALI

. Qualcuno salvi il Natale 2: il sequel Netflix.Un’avventura natalizia prodotta da Chris Columbus (“Mamma, ho perso l’aereo”, “Harry Potter”) racconta la storia di una sorella e un fratello, Kate (Darby Camp) e Teddy Pierce (Judah Lewis), che decidono di filmare di nascosto Babbo Natale (Kurt Russell). Dopo essersi appostati per sorprendere l’arrivo di Babbo Natale, si intrufolano nella sua slitta e provocano un incidente, rischiando di far saltare il Natale. Durante questa incredibile notte, Kate e Teddy, insieme a Babbo Natale e ai suoi elfi, devono salvare il Natale prima che sia troppo tardi.

TRAILER UFFICIALE ADATTO AI BAMBINI

Ti potrebbe piacere:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *